lunedì 13 marzo 2006

collaudo fatto!

Di rientro dal fine settimana godereccio mi sento proprio felice e soddisfatta, anche se vado via sana e torno sempre un po' malata...
La partenza direzione liguria è avvenuta venerdì notte, ho provato e riprovato a non addormentarmi, ma ogni tanto il sonno ha avuto il sopravvento, e me ne vergogno, povero jappino solo alla guida del suo puffo burlone (e antipatico, visto che ha deciso di non far funzionare il riscaldamento...) ci siamo spinti fino a Savona dove abbiamo reputato opportuno accamparci per la notte sotto le mura della rocca. La sveglia è stata intorno alle 11 e dopo più di un'ora (con caalma!) Savona ci ha visto vagare per le sue vie alla ricerca del posto giusto per fare la colazioncina (e sfruttare il bagno) a base di cappuccio, focaccetta, chiaccherata e risate con il proprietario e il suo amico, entrambi ben oltre la soglia degli anta!
Altro giro altra mangiatina, ci capita di passare davanti a una friggitoria e non ci scappa una porzione di patatine fritte con majonese e una fogasetta imbutja (così si legge, non so come si scrive), brave giro sulla rocca con panorame sul deposito del porto e poi si risale sul puffo per raggiungere la reale destinazione: le grotte di Toirano.


Ovviamente la grotte non stavano propriamente sulla costa e quindi il puffo e iljap hannop affrontato la loro primavera salita non senza timore di non farcela, la prima era d'obbligo e io ho anche proposto timidamente "Primino?!?" ma loro sono arrivati su a testa alta, le grotte meritano davvero una visita e andateci tutti se passate di là e non le avete mai viste, scendendo dai monti abbiamo fatto tappa rifocillante, che tradotto vuol: dire vasetti di leccornie varie che ci siamo poi spazzolati come aperitivo.
Cenetta a Spotorno, all'andata avevamo addocchiato un parcheggio per camper che sembrava l'ideale, e lì piazzammo il puffo, tra noi a il mare c'era solo l'aurelia e la spiaggia, perfetto, visto che il programma della domenica era: sveglia e svacco in spiaggia al sole, mangiare e bere all'occorrenza. Domanica ci svegliamo con l'alba e io che dico "wow, guarda che bello!" un mugugno di conferma e si ritorna al mondo dei sogni, quando ci alziamo crediamo sia già pomeriggio inoltrato e un po' schifati di noi stessi ci diamo una piccola mossa per poi scoprire che erano solo le 11 e che fuori dal camper ci aspetta un tempo molto poco clemente con il sole, sì, ma un vento che sembra portar via anche me! Imperterriti ci facciamo il nostro bel giro, mangiatina a base di focaccia e tra vento e pigrizia ci scappa anche lo sbiocchino pomeridiano prerientro.


Il ritorno è stato devastante, tra raffiche di vento a migliaia di km all'ora e calcoli sul consumo del puffo, cartelli luminosi che intimavano di uscire dall'autostrada a tutti i telonati, furgonati e camper per forte vento e la statale dove il vento era anche più forte, quindi conseguente inversione e rientro in autostrada, ad Alessandria prendo in mano le redini dellasituazione mettendomi per la prima volta alla guida in modo serio...tutto bene, soprattutto perchè ho cercato di incrementare la mia collezione di specchietti!


E ora, fatto il collaudo c'è solo da aspettare la prossima partenza!
Grazie jappino, grazie puffo!

3 commenti:

  1. utente anonimo14 marzo 2006 15:48

    W il puffo!!!

    ti saluto per qualche giorno marti..londra ci aspetta!!

    bacetti a presto!!

    :)

    ele

    RispondiElimina
  2. mi sembra di averle vissute queste cose!!

    RispondiElimina
  3. ti sembra e basta???

    e allora con chi ero? aiuto!


    :-)

    RispondiElimina