lunedì 18 dicembre 2006

critical mass milanese

sabato alle 13.45 io e iljap ci siamo armati delle nostre due biciclette, abbiamo preso al volo (nel vero senso della parola) il treno per milano per partecipare alla critical mass nazionale/natalizia/milanese...


ovvero ci siamo incontrati con altri nostri amici e altri milanese in piazza castello per farci un giro cicloturistico della città...unico piccolo e trascurabile particolare è che le bici in questione saranno state 300, è facile capire cosa è successo tra le vie della milano che fa i regali natalizi...delirio e confusione soprattutto quando la banda di biruote è piombato in piazzale loreto e corso buenos aires!!!


la lunga gitarella è stata davvero piacevole per noi, e molto meno per gli automobilisti, è stato bello andare in giro per la città, e sentirsi forti anche in bicicletta, cosa che a milano non succede mai essendo le piste ciclabili inesistenti!!!


le forte emozioni, le chiacchere le risate sono personalmente esplose all'arrivo al c.s. torchiera...ero in giro con la bici di mio papà e la fine della manifaestazione era di fianco al cimitero maggiore...non me l'aspettavo, un'emozione incredibile...in qualche modo ha partecipato anche lui alla giornata!!!


dopo un bicchiere di vin brulè che ha scaldato le fredde ossicina, un piatto di riso con pollo che ha dato forza alle stanche gambe, un the coi biscotti che allieta la serata siamo rimontati in bicicletta, tappa da michele (il piccolino del klabb) per consegna del superregalo autoprodotto da iljappino e me, e poi via verso la stazione a prendere l'ultimo treno per vercelli alle 00.30...


crollati sul treno quando siamo arrivati ci siamo guardati e..."vero che il ponte lo facciamo a piedi?!?" che sportivoni che siamo!!!!


una giornata indimenticabile...e assolutamente da ripetere, perchè è bello e soprattutto perchè è giusto far presente che a milano esiste un popolo ciclistico...per la cronaca a milano 2 ciclisti al giorno vanno al pronto soccorso causa incidente, un ciclista al mese muore causa incidente...pensiamoci su!

8 commenti:

  1. io saro' folle a fare certe ricerche,anche se con google è tutto più facile,ma pure tu a pedalare al freddo e al gelo....

    anyway penso sia stato comunque carino

    RispondiElimina
  2. Sono le semplici cose,che una volta erano quotidiane,che ti rendono diversa e allettante una giornata....

    RispondiElimina
  3. @ utente anonimo e...per curiosità...cosa hai cercato???


    @ shakiraa hai proprio ragione, le cose semplici...le adoro, e sono sempre le migliori! è trovare il bello e il sereno nel semplice che rende speciale una vita...per me!

    RispondiElimina
  4. Il bello di andare in bici è che sei un ibrido fra auto e pedone. Anche se è un approccio illegale vaffancuore, non ce lo leveranno. Yo :-)

    RispondiElimina
  5. cavolicchio lo zio gil che si rivede!!!

    come stai?

    RispondiElimina
  6. il primo giovedì libero si replica!

    RispondiElimina
  7. Sempre sano, giovincella. Tu?

    RispondiElimina